Dossier Omofobia Italia 2008

DIRITTI UMANI

 

OMICIDI 23/05/2008 NAPOLI. Un transessuale è stato pugnalato a morte la scorsa notte a Napoli, nei pressi della stazione ferroviaria. L’uomo, privo di documenti, è probabilmente un sudamericano tra i 35 e i 45 anni. Secondo una ricostruzione della polizia, era coinvolto in un giro di prostituzione.

12/07/2008 CERMENATE (CO). Il cadavere di un transessuale, dell’età apparente di circa trent’anni e sudamericano è stato scoperto ieri mattina in una strada isolata di Cermenate (Como), ai lati della provinciale Novedratese, arteria nota per la presenza di prostitute. Dai primi accertamenti dei carabinieri, la morte sarebbe stata causata da percosse e la vittima sarebbe stata anche travolta da un’auto. Il decesso risalirebbe alla notte tra giovedì e venerdì. Sono state necessarie lunghe ore per giungere all’identificazione, ancora parziale, del transessuale. Si tratterebbe di un peruviano, Juan Carlos, in Italia da cinque anni la cui presenza sulla Novedratese era già stata notata e segnalata dalle forze dell’ordine come abituale. Oggi la magistratura darà l’incarico per l’autopsia dalla quale si attendono risposte più chiare sulle modalità del delitto.

14/07/2008 TRAVAGLIATO (BS) Juan Carlos Aucalle Coronel, Transessuale brasiliana di 35 anni, aggredita e ripetutamente investita da un auto.

06/08/2008 MILANO – Un giovane italiano e un minorenne nordafricano sono stati arrestati dagli agenti della Squadra mobile di Milano con l’accusa di aver violentato e assassinato una transessuale e di averne poi occultato il cadavere. I due hanno chiesto una prestazione sessuale gratuita alla trans, una brasiliana di 30 anni, e poi l’hanno sequestrata, violentata e accoltellata prima di nasconderne il corpo. La vittima si chiamava Samantha ed era arrivata in Italia clandestinamente. “Un delitto di una violenza mai vista”, è stato il commento dei poliziotti che si sono trovati davanti il corpo della brasiliana barbaramente picchiata e stuprata prima di essere uccisa.

18/08/2008 ROMA – Alberto Falchetti, architetto di 59 anni, e’ stato ucciso nel suo appartamento in via Agostino Valiero, nel quartiere Aurelio a Roma. A provocare la morte sarebbe stato un oggetto contundente sferrato con violenza sulla testa della vittima. L’architetto, che ultimamente aveva intrapreso l’attivita’ di editore, era omosessuale e viveva da solo. Il delitto quindi potrebbe esser maturato negli ambienti gay. A trovare in serata il cadavere, riverso in terra in sala da pranzo in una pozza di sangue, e’ stata la donna di servizio dell’uomo.

24/11/2008 ROMA. Il corpo di Roberta, una trans è stato ritrovato questa mattina all’alba dagli uomini del Nucleo operativo di zona, in via Ribes a Roma. La trans, Roberto Gavou di origini brasiliane, sarebbe stata aggredita intorno alle 4:30 con una coltellata al torace. Il fatto che la trans non avesse con sé né la borsa né altri effetti personali ha fatto supporre agli agenti intervenuti che lo scopo dell’aggressione sia stata la rapina, ma per il momento non si esclude nessuna pista, compresa quella transfobica.

17/12/2008 VILLANOVA (CA) Il killer di Giancarlo Pani è ancora un’ombra sconosciuta. A sei giorni dal ritrovamento del cadavere dell’operaio di Villanova, al terzo piano della palazzina color pesca di via Eleonora d’Arborea 55, i carabinieri continuano a seguire numerose piste investigative. Non si esclude nulla, neanche l’omicidio nato in ambienti omosessuali, anche se non sono stati raccolti riscontri certi. Restano in piedi gli altri filoni e per questo si spulciano i rapporti familiari e le conoscenze della vittima.

25/12/2008 ABBIATEGRASSO (MI). Il cadavere di un uomo sui 50 anni e’ stato trovato sul ciglio di una strada di campagna a Bubbiano, piccolo paese vicino ad Abbiategrasso (Milano). Il corpo apparterebbe ad un cittadino di origine brasiliana, che era vestito da donna. La vittima era priva di documenti. Sul suo corpo non ci sono ferite ma solo un ematoma sullo zigomo destro. Domani l’autopsia. (Agr)

26/12/2008 NAPOLI. Omicidio su un vagone ferroviario fermo nella stazione centrale di Napoli. Giovanni Airaudo, 41 anni, di Angri, in provincia di Salerno è stato ucciso la notte del 23 dicembre, ma le forze dell’ordine lo hanno reso noto solo oggi. Secondo gli investigatori potrebbe trattarsi di un delitto a sfondo sessuale. Airaudo, secondo quanto ricostruito, è salito nella tarda serata di martedì sulla carrozza di un treno fermo in Stazione e destinato a ripartire solo il giorno dopo. Probabilmente era in compagnia di alcuni sconosciuti. L’uomo, forse omosessuale, è stato trovato con indosso solo lo slip e con segni di strangolamento, provocato, si pensa, dalla cintura dei pantaloni che è stata ritrovata. Sul volto c’erano segni di percosse e sfregi.